AGRISOLARE APERTO AGLI AGROMECCANICI, UNA SVOLTA STORICA (

Comunicato n. 
31/2022

(Roma, 26 agosto) La Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani, nella persona del suo Presidente, Gianni Dalla Bernardina, manifesta tutta la propria soddisfazione per l'inclusione delle imprese agromeccaniche fra i beneficiari diretti dei contributi stanziati dal PNRR  per la realizzazione di parchi agrisolari.

“L'apertura del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali verso le imprese agomeccaniche, al di là della possibilità di finanziare fino al 30% degli impianti per la produzione di energia solare, rappresenta un punto di svolta rispetto al passato. Gli agromeccanici, anche grazie a questi fondi, sono pronti a fare la loro parte al fianco delle imprese agricole per superare questo grave momento di crisi energetica del nostro paese e dell’Europa intera. Si completa quindi il profilo green delle imprese agromeccaniche che oltre a mettere in campo tecniche di agricoltura conservativa a basso impatto antropico, minimizzano l’impatto della loro attività produttiva producendo energia da fonti rinnovabili.” osserva Dalla Bernardina.

“Sul piano giuridico - aggiunge il Vice Presidente Gianluca Ravizza - il decreto sull'agrisolare ed il relativo bando, emanato ieri, confermano l'appartenenza dell'attività agromeccanica alla filiera agricola, che comprende la produzione, la trasformazione e le attività di supporto, anche per conto terzi”.

“Naturalmente, conclude Ravizza, le articolazioni territoriali di CaiAgromec sono già al lavoro per garantire agli agromeccanici la possibilità di presentare i progetti per gli impianti solari di prossima realizzazione, già a partire dall'apertura dello sportello telematico”.